LIBERAMI

MERCOLEDI  25  ottobre       spettacolo ore 21.15



ITALIA, FRANCIA - 2016. Durata: 89'

Produzione: FRANCESCO VIRGA PER MIR CINEMATOGRAFICA, CON RAI CINEMA, IN COPRODUZIONE CON OPERA FILMS, FRANCE 3 VIA STELLA

Distribuzione: I WONDER PICTURES/BIOGRAFILM FESTIVAL INTERNATIONAL CELEBRATION OF LIVES

Regia: Federica Di Giacomo

Soggetto: Federica Di Giacomo, Andrea Zvetkov Sanguigni

Fotografia: Greta De Lazzaris, Carlo Sisalli

Montaggio: Aline Hervé, Edoardo Morabito

Suono: Mariano Blanco - (presa diretta), Mirko Cangiamila - (presa diretta), Danilo Romancino - (presa diretta)

NOTE

- FILM RICONOSCIUTO DI INTERESSE CULTURALE DAL MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO‐DIREZIONE GENERALE CINEMA. REALIZZATO CON IL SOSTEGNO DI SICILIA FILM COMMISSION, PROCIREP ANGOA, CNC E CON IL SUPPORTO DI L'ATELIER DI POST PRODUZIONE MILANO FILM NETWORK.

- PRODUTTORI ESECUTIVI: DAVIDE PAGANO E FRANCESCO VIRGA.

- COPRODUTTORE: PAOLO SANTONI.

- PRODUTTORI ASSOCIATI: MARCO CALÒ, ANDREA ZVETKOV SANGUIGNI, ANNA MARIA MAYDA.

- PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR FILM ALLA 73. MOSTRA INTERNAZIONALE D'ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA (2016).

Per saperne di più...

Un film sul ritorno dell'esorcismo nel mondo contemporaneo. Il nostro mondo. Ogni anno sempre più persone chiamano "possessione" il loro malessere, in Italia, in Europa, nel mondo. La Chiesa risponde all'emergenza spirituale nominando un numero crescente di preti esorcisti ed organizzando corsi di formazione. Padre Cataldo è un veterano, tra gli esorcisti più ricercati in Sicilia e non solo, celebre per il carattere combattivo ed instancabile. Ogni martedì Gloria, Enrico, Anna e Giulia seguono, insieme a tantissimi altri, la messa di liberazione di padre Cataldo e cercano la cura ad un disagio che non trova risposte né etichette. Fino a dove ognuno di noi, credente o meno, è disposto ad arrivare purché qualcuno riconosca il nostro male? Cosa siamo disposti a fare per essere liberati qui ed ora? È la storia dell'incontro fra la pratica esorcista e la vita quotidiana dove i contrasti tra antico e contemporaneo, religioso e profano, risultano a tratti inquietanti a tratti esilaranti. Un film non sulla religione ma su come la religione può essere vissuta.

Per saperne di più...
 

PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR FILM ALLA 73. MOSTRA INTERNAZIONALE D'ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA (2016)