QUELL'OSCURO OGGETTO DEL DESIDERIO

QUELL'OSCURO OGGETTO DEL DESIDERIO

Gli incontri previsti per il giorno 29 novembre con Gianfranco Manfredi sono stati annullati.  Anche la proiezione del film è annullata. L'iniziativa sarà recuperata nel prossimo anno


MERCOLEDI 29 novembre

ore 21.15  




RASSEGNA IMMAGINI DEGLI ANNI '70


FRANCIA, SPAGNA - 1977. Durata: 100

Produzione: GREENWICH FILM PRODUCTIONS, INCINE COMPANIA INDUSTRIAL CINEMATOGRAFICA, LES FILMS GALAXIE

Distribuzione: 



Regia: Luis Buñuel

Attori: Fernando Rey - Mathieu Faber, Carole Bouquet - Conchita, Ángela Molina - Conchita, Julien Bertheau - Edouard, André Weber - Maggiordomo, María Asquerino - Incarnación, Ellen Bhal - Manolita, Jacques Debary - Magistrato, Milena Vukotic - Viaggiatrice, Alain Pieral - Psicologo, Muni - Custode, Jaeger Claude - Direttore del bar, André Lacombe, David Rocha, Rita Lluch-Peiro, Antonio Duque, Auguste Carrière, Valerie Blanco, Annie Monange, Jean-Claude Montalban, Isabelle Sadoyan, Isabelle Rattier, Bernard Musson, Jean Santamaria

Soggetto: Pierre Louÿs - (romanzo)

Sceneggiatura: Luis Buñuel, Jean-Claude Carrière

Fotografia: Edmond Richard

Montaggio: Hélène Plemiannikov

Scenografia: Pierre Guffroy

Costumi: Francesco Smalto, Sylvie de Segonzac

Effetti: François Suné

Aiuto regia: Pierre Lary - (assistente), Juan Luis Buñuel - (assistente)

NOTE

IL ROMANZO 'LA DONNA E IL BURATTINO' ('LA FEMME ET LE PANTIN', 1898) DELLO SCRITTORE FRANCESE PIERRE LOUYS HA ISPIRATO ANCHE JACQUES DE BARONCELLI PER CONCHITA MONTENEGRO IN 'CONCHITA' NEL 1928, JOSEPH VON STERNBERG PER MARLENE DIETRICH IN 'CAPRICCIO SPAGNOLO' ('THE DEVIL IS A WOMAN', 1935) E JULIEN DUVIVIER PER BRIGITTE BARDOT IN 'FEMMINA' NEL 1958. ENTRAMBI I FILM FRANCESI IN ORIGINALE HANNO LO STESSO TITOLO DEL LIBRO.

Per saperne di più...

Mathieu Faber, maturo vedovo, incontra casualmente a Losanna e a Parigi, una ballerina di flamenco, Conchita Perez, e se ne innamora pazzamente. Nonostante la generosità con la quale il ricco signore provvede alla madre di lei, una bigotta non avversa ai biglietti di banca, e alla ragazza che ospita regalmente nella propria villa di campagna, questa viene seguita come un'ombra dal giovane chitarrista Morenito e si concede limitatamente all'anziano protettore, tenendolo inappagato e costantemente sulla corda di sentimenti e di istinti frustrati. Dopo una ennesima lite, un amico di Mathieu riesce a fare rimpatriare le due Perez con foglio di via. Il Faber, tuttavia, si reca a Siviglia e ritrova Conchita che conduce il suo crudele gioco all'estremo: dopo essersi fatta regalare una splendida casa, finge di unirsi con Morenito sotto gli occhi di Mathieu. Questi parte verso Madrid-Parigi e, quando la ragazza appare accanto al treno, la inonda con un secchio d'acqua. A Madrid, tuttavia, viene compensato con analoga doccia e a Parigi i due, nei pressi della Senna, continuano a bisticciare ancora assieme.

Per saperne di più...