MORTO STALIN SE NE FA UN ALTRO

MORTO STALIN SE NE FA UN ALTRO

VENERDI 12 gennaio 2018

spettacolo ore 21.15

SABATO 13 gennaio 2018

spettacolI ore 18.00 - 21.15

DOMENICA 14 gennaio 2018

spettacolI ore 16.00 - 18.00 - 21.15

FRANCIA, USA - 2017 -  106 min.

Produzione: QUAD PRODUCTIONS, MAIN JOURNEY, FREE RANGE FILMS, GAUMONT

Distribuzione: I WONDER PICTURES

Liberamente tratto dal graphic novel "La morte di Stalin" di Fabien Nury e Thierry Robins (ed. Mondadori)


Regia: Armando Iannucci

Attori: Steve Buscemi - Nikita Khrushchev, Michael Palin - Vyacheslav Molotov, Jeffrey Tambor - Georgy Malenkov, Jason Isaacs - Generale Georgy Zhukov, Simon Russell Beale - Lavrentiy Beria, Capo dei Servizi Segreti, Olga Kurylenko - Maria Yudina, Paddy Considine - Compagno Andryev, Rupert Friend - Vasily Stalin, Andrea Riseborough - Svetlana Stalin, Richard Brake - Tarasov, Jonathan Aris - Mezhnikov, Paul Whitehouse - Anastas Mikoyan, Cara Horgan - Lidiya Timashuk, Dermot Crowley - Kaganovich, Justin Edwards - Spartak Sokolov, Gerald Lepkowski - Leonid Brezhnev, Adam Shaw - Ilyin, Adrian McLoughlin - Joseph Stalin, David Crow - Khrustalyov, June Watson - Matryona Petrovna, Paul Chahidi - Nicolai Bulganin, Daniel Tuite - Slimonov, James Barriscale - Il Generale, Elaine Claxton - Sig.ra Bresnavitch, Ewan Bailey - Aslanov, Tim Steed - Sergente Dacha, Daniel Fearn - Konev, Michael Ballard - Chasov

Soggetto: Fabien Nury - (graphic novel), Thierry Robins - (graphic novel)

Sceneggiatura: Armando Iannucci, David Schneider, Ian Martin (II), Peter Fellows - (materiale aggiuntivo)

Fotografia: Zac Nicholson

Musiche: Christopher Willis

Montaggio: Peter Lambert

Scenografia: Cristina Casali

Arredamento: Charlotte Watts

Costumi: Suzie Harman

 

Nella notte del 2 marzo 1953, c'è un uomo che sta morendo. Non si tratta di un uomo qualunque: è un tiranno, un sadico, un dittatore. È Joseph Stalin, il Segretario Generale dell'Unione Sovietica (che forse in questo momento si sta pentendo di aver fatto rinchiudere nei Gulag tutti i medici più capaci...). È lì lì, non ne avrà ancora per molto, sta per tirare le cuoia... e se ti giochi bene le tue carte, il suo successore potresti essere tu!