I MIGLIORI ANNI DELLA NOSTRA VITA

I MIGLIORI ANNI DELLA NOSTRA VITA

SABATO 5    OTTOBRE

spettacoli ore 16.00 e ore 21.15


DOMENICA 6   OTTOBRE

spettacoli ore 18.00 e ore 21.15



Regia: Claude Lelouch
Attori: Anouk Aimée - Anne Gauthier, Jean-Louis Trintignant - Jean-Louis Duroc, Marianne Denicourt - Responsabile del Campo di Orgueil, Souad Amidou - Françoise Gauthier, Antoine Sire - Antoine Duroc, Monica Bellucci - Elena, Tess Lauvergne - La figlia di Françoise, Vincent Vinel - Il cantante, Laurent Dassault - L'addetto alla reception, Françoise Coupel - Il direttore del drugstore, Laurent Prudhomme - Il gendarme
Sceneggiatura: Claude Lelouch - (adattamento diaologhi), Valérie Perrin - (adattamento dialoghi)
Fotografia: Robert Alazraki
Musiche: Francis Lai - (originali), Calogero - (originali) - canzone originale scritta da Didier Barbelivien e interpretata da Nicole Croisille, Calogero
Montaggio: Stéphane Mazalaigue
Scenografia: Bernard Warnas
Costumi: Christel Birot
Suono: Harald Maury, Jean Gargonne - (montaggio), Jean-Noël Yven - (montaggio), Christophe Vingtrinier - (mixer)


FRANCIA - 2019 -  90 min.

Produzione: SAMUEL HADIDA, VICTOR HADIDA, CLAUDE LELOUCH PER LES FILMS 13, DAVIS FILMS; COPRODOTTO FRANCE 2 CINÉMA

Distribuzione:  EUROPICTURES

Presentato fuori concorso al 72. Festival di Cannes  (2019)


I migliori anni della nostra vita, film diretto da Claude Lelouch, è la storia di Jean-Louis (Jean-Louis Trintignant) e Anne (Anouk Aimée), che si sono conosciuti molto tempo fa e hanno vissuto un'intensa e inaspettata storia d'amore.
Oggi, l'uomo, ormai ex pilota di corsa, riporta alla memoria sentieri sbiaditi fatti di vecchi ricordi, che non sembrano poi così lontani e che Jean-Louis spera fortemente di poter rivivere. Tra queste reminiscenze c'è quella donna che non è riuscito a tenersi accanto e che ricorda continuamente con rammarico. Per aiutarlo, suo figlio cerca di rintracciarla ed è così che i non più giovani come un tempo Anna e Jean-Louis potranno rivedersi, speranzosi di riprendere la loro storia d'amore proprio lì dove l'avevano interrotta.


Lelouch torna a raccontare i personaggi del suo Un uomo, una donna, a distanza di più di cinquant'anni. Allora erano feriti dalla vita, ma pieni di voglia di vivere e orientati verso il futuro. Ora sono anziani, il tempo è passato e vivono di ricordi. Nel caso di Jean-Louis (Trintignant), ricoverato in una casa di riposo, soprattutto ricordi di lei e del loro amore passionale, ma durato un attimo. Ricordi, rimpianti, tanta nostalgia sotto forma di decine di minuti di scene del film originale, presentati come sogni o ricordi dei protagonisti. Struggimento assicurato, e un po' costruito, grazie ai due splendidi protagonisti, Trintignant e Anouk Aimée.